Comune di calatafimi

Sabato , 15 Dicembre 2018

Link alle sezioni principali del sito

Sei in : la citta'
Pianto Romano

Link inerenti all' area scelta

Torna ai link dell' area

Corpo Centrale

Pianto Romano

Il monumento Ossario di Pianto Romano

L' ossario di Pianto Romano.

Visitati i monumenti di Segesta in pochi minuti, percorrendo la statale 113, si giunge al Monumento Ossario di Pianto Romano. Eretto su iniziativa dei cittadini di Calatafimi Segesta su progetto dell’ architetto palermitano Ernesto Basile a custodia delle reliquie dei caduti nella fatidica giornata della battaglia del 15 maggio 1860, che fu decisiva per le sorti della spedizione e dell’ unità nazionale. Inaugurato il 15 maggio 1892 nella 32° ricorrenza del combattimento. Ha una struttura piramidale, alto circa 33 metri, visibile anche a grande distanza, costruito con pietra calcarea di Alcamo. La base quadrata, con mura scarpate orizzontalmente sagomate, si raccorda per mezzo di gradini ad un alto obelisco a conci ornato a metà della sua altezza di una severa corona di bronzo con la Trinacria e due palme. La decorano ai lati due gruppi bronzei di Battista Tassara, dei Mille, raffiguranti lo sbarco di Marsala e la battaglia di Calatafimi. Per la scala che si avanza sul prospetto si sale all’ Ossario, superato il classico ingresso, arco etrusco fra due pilastri che sostengono il frontone dorico, si entra nel sacrario che custodisce in due grandi custodie le reliquie dei Caduti: garibaldini e borbonici. Alla fine del viale dei cipressi, Viale della Rimembranza, il 15 maggio 1960 è stata posta una stele, regalo della Regione Siciliana in occasione del centenario del combattimento, in essa sono scritte le famose parole che Garibaldi disse a Nino Bixio:”Qui si fa l’ italia o si muore”.

L' ossario di Pianto Romano.

Galleria Fotografica

 
Torna alle aree tematiche

Link Utilita

Dimensioni testo
Versione grafica standard
Versione grafica con caratteri ingranditi
Versione grafica ad alto contrasto
Cerca nel sito

Torna al corpo centrale