Comune di calatafimi

Giovedi , 18 Luglio 2019

Link alle sezioni principali del sito

Sei in : la citta'
Cenni Storici

Link inerenti all' area scelta

Torna ai link dell' area

Corpo Centrale

Cenni Storici e arredo urbano

Cenni Storici

Veduta dall' alto del castello di Calatafimi Segesta.

La splendida vista non astragga il visitatore dal godimento di altri valori figurativi: suggestivo museo all’aperto, nelle pendici meridionali della collina, a valle del viale Oberdan, il medievale quartiere Borgo, silenzioso per il trasferimento degli abitanti in una moderna zona di edilizia economica, custodisce intatti gli originari caratteri ambientali nella serrata tela di stradicciole e cortiletti, nel pittoresco tessuto delle piccole dimore segnate da equilibri urbanistici spontanei. E altri interessanti ambienti e reperti della cultura popolare potranno visualizzarsi nell’ordinato Museo etno-antropologico, sito nella via XV Maggio, nel corso Vittorio Emanuele la levigata chiesa di S. Isidoro (1626) con portale sormontato da altorilievo del Santo; più avanti, la misurata chiesa della Badia Nuova aderisce all’Orfanotrofio costituito nel 1828 nel palazzo del barone Stabile. Per chi voglia offrirsi brevi escursioni, da segnalare infine, a mezza costa del monte Tre Croci, il santuario della Madonna del Giubino, antica chiesetta di rustica architettura, e sul colle Pianto Romano, raggiungibile per via dei Mille, il piramidale monumento-ossario (alto 33 m) eretto nel 1892 su progetto di Ernesto Basile, austeramente celebrativo della battaglia garibaldina.

Galleria Fotografica

 
Torna alle aree tematiche

Link Utilita

Dimensioni testo
Versione grafica standard
Versione grafica con caratteri ingranditi
Versione grafica ad alto contrasto
Cerca nel sito

Torna al corpo centrale